Digitalizzazione: il mercato italiano è pronto per la Mobile Transformation?

Digitalizzazione, è tempo di Mobile transformation ecco i dati elaborati da Osservatori.net.
La stragrande maggioranza degli utenti utilizza sempre più lo smartphone. Nel 2014 è maturata la consapevolezza che lo Smartphone sia un touch point necessario nelle strategie di relazione e fidelizzazione dei consumatori e un catalizzatore degli altri punti di contatto.

Il 2015 può essere considerato l’anno del “cambio di rotta”: in due aziende su tre, tra quelle mappate nella Ricerca dell’Osservatorio, il percorso verso la Mobile Transformation è avviato. Lo stato di avanzamento è ovviamente molto eterogeneo, a seconda della struttura manageriale, della cultura digitale dell’organizzazione, dello stato dei sistemi informativi aziendali e della situazione economico-finanziaria. In particolare sono 5 i cluster principali in cui le aziende possono essere suddivise.

Concentrando l’attenzione sul Mobile Advertising, nel 2015 gli investimenti in Italia sono cresciuti del 53% raggiungendo quota 462 milioni di euro. Tale dinamica è legata al crescente spostamento dell’audience su questo canale: più di 3 Mobile Surfer su 4 utilizzano lo Smartphone nelle varie fasi del processo di acquisto. Di questi, il 57% lo impiega nel percorso di acquisto di prodotti di elettronica, il 53% per abbigliamento e accessori e il 27% per la spesa alimentare.

Il mercato Mobile B2c è anche un ambito ricco di startup: ne abbiamo analizzate oltre 640 finanziate a livello internazionale negli ultimi 2 anni.

Sono alcuni dei risultati del Rapporto dell’Osservatorio Mobile B2c Strategy, che si è posto l’obiettivo di esaminare lo stato di adozione del Mobile in Italia a supporto del processo di gestione della relazione con il consumatore e comprendere i principali trend in atto nel mercato.

mobile_transformation

Ulteriori informazioni

@GoldenGroupBO

L’articolo Digitalizzazione: il mercato italiano è pronto per la Mobile Transformation? sembra essere il primo su Golden Group.

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz