START THE VALLEY UP: INNOVAZIONE E SVILUPPO PER LE IMPRESE

Fronte sviluppo. La Giunta regionale della Valle d’Aosta, con deliberazione n. 1417 in data 30 dicembre 2020 ha approvato la proroga al 30 giugno 2021 della seconda edizione dell’Avviso a sportello: “Start The Valley Up”, in favore di imprese innovative che realizzino piani di sviluppo negli ambiti della Smart Specialisation Strategy (S3) della regione.

Scade dunque il 30 Giugno il termine per la presentazione della domanda allo “Start The Valley Up”, bando indetto dalla regione Valle d’Aosta, per liberi professionisti e micro e piccole imprese innovative con sede operativa su territorio regionale.

Con questa “call”, la Regione si pone l’obiettivo di favorire la crescita di nuove imprese innovative, che valorizzino i risultati della ricerca sul territorio e possano contribuire ad arricchire il suo tessuto economico.

Le aziende della Valle d’Aosta sono dunque invitate a presentare un Piano di Sviluppo con specifici requisiti.

Gli aiuti sono concessi in forma di contributi a fondo perduto per il 65% delle spese sostenute per la realizzazione del Piano di sviluppo e l’importo massimo erogabile è 150.000 euro.

L’intensità massima è aumentata del:

  • 5% per le imprese iscritte al Registro imprese nella sezione speciale delle start-up innovative;
  • 10% per le imprese insediate negli incubatori di impresa di Aosta e di Pont-Saint-Martin.

I Piani di sviluppo che rientrano in questa tornata di aiuti devono prevedere una spesa di importo complessivo non inferiore a 50.000 euro.

Possono accedere agli aiuti le nuove imprese innovative non quotate, classificate come micro e piccole imprese che rispettino i requisiti indicati nel bando.

Quali attività sono comprese in questi stanziamenti?

Gli aiuti previsti dal presente avviso intendono favorire la crescita di nuove imprese innovative, che valorizzino a livello produttivo i risultati della ricerca, nel rispetto della normativa europea vigente.

Tali aiuti sostengono la realizzazione di un Piano di sviluppo dell’impresa, che deve:

  • Riguardare un ambito tecnologico compreso tra quelli individuati nella Strategia di specializzazione intelligente della Regione Valle d’Aosta per il periodo 2014-2020 (Montagna di eccellenza, Montagna intelligente e Montagna sostenibile);
  • Essere caratterizzato da un contenuto tecnologico e innovativo;
  • Essere mirato a sviluppare nuovi prodotti o servizi o essere finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica o privata
  • Individuare gli obiettivi quantificati di crescita dell’impresa;
  • Dimostrare la possibilità del raggiungimento degli obiettivi e la loro sostenibilità finanziaria;
  • Riportare le previsioni di spesa.

Il Piano di sviluppo deve avere ad oggetto anche l’acquisizione di consulenze specialistiche ed almeno uno fra i seguenti investimenti:

  • Impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, nuovi di fabbrica, funzionali alla realizzazione del Piano;
  • Brevetti e licenze;
  • Know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate.

Il Piano di sviluppo, inoltre, deve essere realizzato prevalentemente nel territorio della regione Valle d’Aosta ed i relativi investimenti devono essere localizzati prevalentemente nel territorio regionale.

Per maggiori info sul bando, clicca qui.

Segui tutte le news del panorama bandi sul nostro blog!

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz