Bando Fai Credito Rilancio 2021: misura abbattimento tassi di interesse.

Fai Credito Rilancio 2021.

La Regione Lombardia, in collaborazione con il Sistema Camerale lombardo, per prevenire la crisi di liquidità causata dall’emergenza COVID 19 e rilanciare le micro, piccole e medie imprese, promuove una misura che migliori le condizioni di accesso al credito.

Tramite contributi a fondo perduto, è previsto l’abbattimento dei tassi sia su finanziamenti per la liquidità, sia su finanziamenti per investimenti in modo da sostenere le imprese e supportarle nel rilancio del business.

La misura “Fai Credito Rilancio” ha una dotazione finanziaria di 13.560.000 euro, di cui 9.160.000 euro a carico di Regione Lombardia e 4.400.000 euro a carico delle Camere di Commercio lombarde.

Quali sono le tempistiche di presentazione delle domande di partecipazione al Fai Credito Rilancio?

Le domande possono essere presentate dalle ore 14:00 del 19 Luglio 2021 alle ore 12:00 del 12 Novembre 2021.
Si prevede la chiusura anticipata dello sportello per le imprese non agricole della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi, Bergamo, Sondrio, Como-Lecco e Varese.

Le domande di partecipazione devono essere trasmesse dai Confidi o direttamente dalle MPMI. Per ottenere la copertura dei costi di garanzia, la domanda deve essere obbligatoriamente presentata da un Confidi.

Chi potrà beneficiare della misura Fai Credito Rilancio?

Potranno beneficiare della Misura le MPMI di tutti i settori economici aventi sede operativa e/o legale in Lombardia.
I beneficiari inoltre dovranno:

  • Essere in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese e essere attive;
  • Essere in regola con il pagamento del diritto camerale o regolarizzarlo;
  • Avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di
    decadenza, di sospensione previste;
  • Non avere forniture in essere con una delle Camere di Commercio lombarde;
  • Non essere in procedura concorsuale per insolvenza anche se in difficoltà al 31/12/2019;
  • Avere assolto gli obblighi contributivi (DURC regolare) ai fini dell’erogazione del contributo.

Quali sono le spese ammesse dalla misura Fai Credito Rilancio?

Sarà ammissibile al seguente Bando un contratto di finanziamento stipulato a decorrere dall’ 1 Gennaio 2021, con un istituto di credito e/o un Confidi iscritto nell’elenco di cui all’112 bis TUB, di importo minimo pari a 10.000 euro.
Il finanziamento, da poter destinare alla copertura di investimenti, è agevolabile nei limiti di 150.000 euro e per una durata da 12 a 72 mesi.

Limitatamente alla misura a favore del rafforzamento patrimoniale delle PMI, sono ammissibili anche i contratti di finanziamento stipulati con Finlombarda S.p.A.
Non sono ammissibili rinegoziazioni di contratti di finanziamento già in essere.

Tipo di sovvenzione.

Il Sistema camerale lombardo e Regione Lombardia intervengono per l’abbattimento degli interessi fino al 3% (TAEG).
Il contributo massimo è di€ 10.000,00. Viene inoltre riconosciuta una copertura del 50% dei costi di garanzia fino ad un valore massimo di 1.000 euro.

Cumulabilità.

Il contributo può essere cumulato con aiuti concessi sul Quadro Temporaneo, con aiuti concessi ai sensi dei Regolamenti (UE) n. 1407/2013, il
Regolamento (UE) n. 1408/2013 e n. 717/2014, nonché con aiuti concessi sui Regolamenti di esenzione n. 651/2014, n. 702/2014, n. 1388/2014 a condizione che siano rispettate le disposizioni e le norme sul cumulo degli aiuti inquadrati in predetti regimi.
Non è possibile presentare domanda, se il finanziamento presentato in domanda è già stato oggetto di agevolazione in altro bando per l’abbattimento del conto interessi.
È possibile cumulare la Misura in oggetto con il Bando Nuova Sabatini.
Ogni impresa può presentare un solo contratto di finanziamento.

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz