Nuova Sabatini: erogazione contributi residui per le richieste ante 1 gennaio 2021

Nuova Sabatini: erogazione contributi residui per le richieste ante 1 gennaio 2021.

Le PMI che hanno fatto domanda prima del 1 gennaio 2021 riceveranno le quote residue a certe condizioni.

Dal 30 giugno 2021 sono state introdotte novità del DL n 99.

Il Decreto legge n 99 pubblicato in GU n 155 del 30 giugno 2021 con l’art 5 rubricato “Semplificazione e rifinanziamento della misura Nuova Sabatini” va a prevedere nuovi fondi per l’agevolazione volta all’acquisto di beni strumentali.

In particolare, con l’obiettivo di accelerare i processi di erogazione dei contributi agli investimenti produttivi delle micro, piccole e medie imprese, il Ministero dello sviluppo economico, facendo riferimento alle domande di agevolazione presentate in data antecedente al 1° gennaio 2021 per le quali sia stata già erogata in favore delle imprese beneficiarie almeno la prima quota di contributo, procede, secondo criteri cronologici, nei limiti delle risorse autorizzate dal comma 2 dello stesso articolo:

  • ad erogare le successive quote di contributo spettanti in un’unica soluzione,anche se non espressamente richieste dalle imprese beneficiarie, previo positivo esito delle verifiche amministrative propedeutiche al pagamento.

Per queste necessità e con lo scopo di assicurare continuità alle misure di sostegno agli investimenti produttivi delle PMI, l’autorizzazione di spesa di cui al comma 8 del medesimo art. 2 viene integrata di 425 milioni di euro per l’anno 2021.

Il ministro Giancarlo Giorgetti, il quale ha fortemente voluto questa norma, ha affermato: “Sono soddisfatto per l’approvazione di questa misura, auspicata giustamente dal mondo delle imprese e sostenuta da me con grande convinzione”.

Precisiamo che l’articolo 1, comma 95, della legge 30 dicembre 2020, n. 178, ha modificato la disciplina relativa alla misura agevolativa “Nuova Sabatini” prevedendo che il Ministero effettui l’erogazione del contributo in un’unica soluzione per tutte le domande presentate dalle imprese alle banche e agli intermediari finanziari a partire dal 1° gennaio 2021 (data di entrata in vigore della citata legge 30 dicembre 2020, n. 178), nel rispetto dei limiti dell’effettiva disponibilità di cassa.

Per approfondimenti e news, resta aggiornato sul nostro blog.

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz