Bando Nuova Impresa. La Lombardia eroga contributi per l’avvio di nuove imprese

Bando Nuova Impresa – Contributi per l’avvio di nuove imprese.

Bando Nuova Impresa: attività finanziabili.

La Regione Lombardia e il Sistema Camerale lombardo, con l’obiettivo di incentivare la ripresa e il rilancio dell’economia lombarda che è stata duramente colpita dalla pandemia Covid 19, mettono in campo una misura per supportare l’avvio di nuove imprese dei seguenti settori: commercio, terziario, manifatturiero e artigiani dei medesimi settori. La misura è rivolta anche a sostenere l’autoimprenditorialità, intesa come opportunità per ricollocare professionalmente i soggetti fuoriusciti forzatamente, causa Covid 19, dal mercato del lavoro.

Saranno dunque erogati contributi sui costi connessi alla creazione delle nuove imprese.

Beneficiari del Bando Nuova Impresa.

Beneficiari del bando sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI) del commercio, terziario, manifatturiero e artigiani degli stessi settori che decidono di avviare una nuova attività, avente sede legale e operativa in Lombardia, dopo la data di approvazione della presente Deliberazione (26 Luglio 2021).
Possono inoltre accedere ai contributi le nuove imprese iscritte all’Albo delle imprese agro-meccaniche di Regione Lombardia.
I beneficiari, a partire dalla data di presentazione della domanda, devono rispettare i seguenti criteri:

  • Essere in regola con l’iscrizione al Registro delle imprese ed essere attive con sede in Lombardia (essere in regola con il pagamento del diritto camerale
    2021);
  • Per le nuove imprese artigiane, essere iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese delle Camere di Commercio;
  • Avere legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dalla normativa antimafia;
  • Avere assolto gli obblighi contributivi (DURC regolare);
  • Non avere forniture in essere con la Camera di commercio di pertinenza.

Tutte quelle imprese costituite in forma cooperativa per le quali sono già attive altre misure di agevolazione non potranno avere accesso al Bando Nuova Impresa.
Inoltre, saranno escluse dal contributo anche le nuove imprese che detengono apparecchi per il gioco d’azzardo lecito.

Spese ammesse dal Bando Nuova Impresa.

Sono ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa per l’avvio della nuova impresa:

  • Onorari notarili e costi relativi alla costituzione dell’impresa;
  • Onorari per prestazioni e consulenze relative all’avvio dell’impresa, nei seguenti ambiti:
     Marketing e comunicazione;
     Logistica;
     Produzione;
     Personale, organizzazione, sistemi informativi e gestione di impresa;
     Contrattualistica;
     Contabilità e fiscalità;
  • Acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature/arredi nuovi, anche finalizzati alla sicurezza, incluse le spese per il montaggio/trasporto/manodopera e le relative opere murarie strettamente collegate. Le spese devono riguardare esclusivamente beni durevoli;
  • Acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili, brevetti e licenze d’uso sulla proprietà intellettuale, nella misura massima del 50% della spesa totale di progetto;
  • Acquisto di hardware (sono escluse le spese per smartphone e cellulari);
  • Registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e per le certificazioni di qualità e relative spese per consulenze specialistiche;
  • Canoni di locazione della sede legale e operativa della nuova impresa;
  • Sviluppo di un piano di comunicazione (progettazione del logo aziendale, progettazione e realizzazione sito internet, registrazione del dominio, progettazione piano di lancio dell’attività) e strumenti di comunicazione e promozione;
  • Spese generali riconosciute in maniera forfettaria nella misura massima del 7% delle spese di cui ai precedenti punti (da a) a h)).

Le spese presentate devono essere pariteticamente suddivise tra spese di natura corrente e spese di natura capitale.

Il contributo regionale è fino al 50% delle spese ammissibili suddiviso pariteticamente tra corrente e capitale, nei limiti delle disponibilità finanziarie delle risorse in corrente e in capitale. In caso di esaurimento delle risorse di natura capitale o corrente verranno riconosciute solo le spese ammissibili relative alla tipologia di risorse ancora disponibili.

Per poter presentare domanda di accesso al bando e in relazione alle spese sostenute, non possono essere fornitori di beni e di servizi imprese o soggetti che siano in collegamento con i beneficiari. L’impresa che richiederà l’accesso al fondo, inoltre, non potrà utilizzare fornitori che a loro volta presentano domanda al Bando Nuova Impresa indicando tra i loro fornitori l’impresa richiedente stessa.

Tipo di sovvenzione.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile, nel limite massimo di 10.000,00 euro.
L’investimento minimo è di 5.000,00 euro. Il contributo regionale è fino al 50% delle spese ammissibili suddiviso pariteticamente tra corrente e capitale, nei limiti delle disponibilità finanziarie delle risorse in corrente e in capitale.

In caso di esaurimento delle risorse di natura capitale o corrente saranno riconosciute solo le spese ammissibili relative alla tipologia di risorse ancora disponibili.

Per retroattività e cumulabilità contatta Golden Group.

Tempistiche di presentazione delle domande di accesso al Bando Nuova Impresa.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate dalle ore 14.30 del 01 Dicembre 2021 fino alle ore 12.00 del 20 Dicembre 2021.
Per far sì che le imprese richiedenti possano espletare gli adempimenti amministrativi finalizzati all’avvio dell’attività di impresa e per sostenere e quietanzare le spese prima della presentazione della domanda, l’apertura dello sportello per la presentazione delle domande di partecipazione al Bando Nuova Impresa è prevista a Dicembre 2021.
L’assegnazione del contributo avverrà con procedura “a sportello” a rendicontazione secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta e fino ad esaurimento delle risorse a disposizione e comunque entro la data di chiusura dello sportello (20 Dicembre 2021).

Per approfondimenti sul Bando Nuova Impresa e news, resta aggiornato sul nostro blog.

 

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz