Livorno. Contributi per l’innovazione tecnologica e lo sviluppo digitale.

Contributi per l’innovazione tecnologica e lo sviluppo digitale.

Contributi per l’innovazione tecnologica e lo sviluppo digitale: le attività finanziabili.

Il Comune di Livorno stanzia contributi a sostegno dell’innovazione, dello sviluppo tecnologico e digitale in favore di micro e piccole imprese e delle start up giovanili.

L’obiettivo è quello di promuovere lo sviluppo di Micro e Piccole Imprese (MPI) che hanno realizzato investimenti nel campo dell’innovazione tecnologica, digitale ed innovativa, attraverso un sostegno economico a fondo perduto. Questa bando, dunque, mira a rafforzare l’innovazione del sistema imprenditoriale livornese e favorire la diffusione della cultura dell’innovazione tecnologica e digitale tra le MPI del territorio.

Sono previsti contributi anche per il sostegno delle start up che sono state costituite nei tre anni precedenti la data di presentazione della domanda.
Tutti gli investimenti oggetto dell’agevolazione dovranno essere realizzati e localizzati nel territorio del Comune di Livorno.

Chi potrà beneficiare dei contributi per l’innovazione tecnologica e lo sviluppo digitale?

Potranno presentare domanda di accesso ai contributi per l’innovazione tecnologica le Micro e Piccole Imprese, nonché i liberi professionisti, titolari di partita IVA, sia ordinistici che non ordinistici, esercenti un’attività economica identificata come primaria nella sede o unità locale che ha realizzato gli investimenti, nel territorio del Comune di Livorno, rientrante, ad esempio, in uno dei seguenti codici ATECO ISTAT 2007:
B – Estrazione di minerali da cave e miniere;
C – Attività manifatturiere;
D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento;
F – Costruzioni;
G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio.

Per conoscere la lista completa dei codici ATECO, contatta Golden Group.
Ai fini del presente bando sono ammesse tutte le forme giuridiche.

Inoltre, per essere ammessi ai benefici del presente bando, i soggetti coinvolti dovranno possedere i seguenti requisiti:

  • Per le imprese: Essere regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese della CCIAA Maremma e Tirreno, ed esercitare un’attività economica identificata come primaria, nelle sezioni ATECO ISTAT 2007. Per i liberi professionisti: Essere iscritti ai relativi albi o ordini professionali ed alle rispettive casse di previdenza, ove non iscritti ad alcun ordine, essere iscritti alla gestione separata INPS; essere in possesso di partita IVA rilasciata da parte dell’Agenzia delle Entrate per lo svolgimento dell’attività; esercitare, in relazione alla sede destinataria dell’intervento, un’attività economica rientrante nelle sezioni ATECO ISTAT 2007 di cui all’Allegato 1; non essere lavoratori dipendenti o pensionati;
  • Avere sede legale o unità locale destinataria dell’intervento localizzata nel territorio del Comune di Livorno;
  • Essere impresa attiva e per i liberi professionisti “essere in attività” già al momento della presentazione della domanda;
  • Essere in regola con il DURC e trovarsi in posizione di regolarità tributaria nei confronti del Comune di Livorno;
  • Possedere la “dimensione” di MPI;
  • Non trovarsi in stato di scioglimento, liquidazione, fallimento, concordato preventivo, accordo di ristrutturazione dei debiti, ed ogni altra procedura concorsuale prevista dalla legge fallimentare e da altre leggi speciali;
  • Rispettare quanto previsto dalla normativa sul “de minimis”;
  • Non avere in corso contratti di fornitura di servizi, anche a titolo gratuito, con il Comune di Livorno.

Tali requisiti dovranno essere posseduti alla data di presentazione della domanda e mantenuti sino alla liquidazione del contributo.

Spese ammesse.

Ai fini del presente bando, sono ammesse le spese per:

  • ACQUISTO DI BENI MATERIALI:
    Impianti produttivi, macchinari, infrastrutture telematiche, tecnologiche e digitali, componenti hardware ed attrezzature, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, incluse le spese collegate allo sviluppo dello Smart working.
    Sono incluse le spese per l’acquisto di notebook e relativi accessori, scanner, stampanti, tablet, hard disk esterni, chiavette usb, modem e router WiFi, webcam ed accessori per videoconferenza.
  • ACQUISTO DI BENI IMMATERIALI:
    Brevetti, licenze, software, che consentano di migliorare l’efficienza aziendale.
  • SERVIZI AVANZATI E QUALIFICATI DI CONSULENZA E DI SUPPORTO ALL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA:
    “Servizi di supporto alla digitalizzazione”.
  • FORMAZIONE IN AMBITO DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA E DIGITALE:
    Spese per l’acquisizione di servizi di formazione qualificata sostenute ai fini della realizzazione degli interventi di innovazione tecnologica e digitale rientranti nelle finalità del presente bando.
  • SPESE RELATIVE ALLA DIGITALIZZAZIONE:
    Progettazione e realizzazione di siti web, applicazioni digitali, creazione logo aziendale, sistemi di sicurezza informatica, digitalizzazione e dematerializzazione dell’attività, fatturazione elettronica, sistemi di pagamento digitale, cloud computing, piattaforme per il web marketing e lo sviluppo dell’e-commerce, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento.

Contatta Golden Group per conoscere la lista delle spese ammesse per start up e le imprese giovanili costituite da non oltre tre anni.

Tipo di sovvenzione.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributi a fondo perduto. È previsto anche un contributo per il sostegno alle start up giovanili costituite nei tre anni precedenti la data di presentazione della domanda.
L’importo minimo delle spese ammissibili (al netto dell’IVA) è di 3.000,00 euro in caso di Microimprese; 5.000,00 euro in caso di Piccole Imprese.
Contributo massimo erogabile: € 10.000,00 Intensità dell’agevolazione: 60% delle spese ammissibili, incrementabile fino al 70% in caso di impresa giovanile o impresa in possesso del Rating di Legalità ed in caso di interventi innovativi che favoriscano l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Tempistiche.

Le domande di contributo potranno essere presentate dai beneficiari fino al 9 Dicembre 2021.

Per approfondimenti sul Bando Nuova Impresa e news, resta aggiornato sul nostro blog.

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz