Strutture ricettive piemontesi: in arrivo 9 milioni per il loro rinnovo

Strutture ricettive piemontesi: in arrivo 9 milioni per il loro rinnovo.

Strutture ricettive piemontesi: in arrivo 9 milioni per il loro rinnovo.

Aprirà alle 12.00 di lunedì 8 novembre 2021 nella sezione Bandi di Finpiemonte la misura a sportello (fino ad esaurimento delle risorse) con la quale il Piemonte ha scelto di stanziare 9 milioni di euro per gli operatori delle strutture ricettive al fine di ottenere contributi per il potenziamento dell’ospitalità.

Dal 4 novembre è prevista la pubblicazione della documentazione e del Bando.

I fondi per le strutture ricettive piemontesi sono indirizzati all’acquisto di materiali per ampliare i servizi di accoglienza, costruire dehor, ristrutturare impianti sportivi, piscine, centri benessere e parcheggi di pertinenza. Sono inoltre ammesse le spese sostenute dal 1° febbraio 2020, che erano dettate dalla necessità di acquistare attrezzature sanitarie per il contenimento della pandemia.

“Le strutture alberghiere ed extra alberghiere come campeggi, villaggi turistici, agriturismi e rifugi potranno migliorare la qualità ricettiva piemontese, che ha segnato nel periodo estivo un incremento degli arrivi del 54% – affermano il presidente Alberto Cirio e l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio – Abbiamo inoltre deciso di stanziare una ulteriore tranche di 6 milioni che sarà assegnata entro la fine dell’anno facendo salire a 9 milioni gli incentivi a fondo perduto nel 2021 per rafforzare ulteriormente un settore che dal 2013 non vedeva contributi specifici per migliorare gli standard ricettivi, che servono a stare al passo con i nostri concorrenti stranieri”.

Quali sono le spese ammesse dal bando per le strutture ricettive piemontesi?

Rientrano tra gli investimenti finanziabili, le spese per:

  • Miglioramento, qualificazione e ampliamento del patrimonio ricettivo;
  • Acquisto di attrezzature per lo svolgimento dell’attività turistica (ad esempio acquisto e installazione di dehor) anche all’aperto;
  • Realizzazione di servizi di pertinenza complementari all’attività turistica e della ricettività turistica all’aperto (ad esempio: centri benessere, impianti sportivi, piscine, parcheggi);
  • Attivazione o adeguamento di impianti termoidraulici, elettrici, tecnologici e antincendio;
  • Arredi, hardware e software strumentali all’attività dell’impresa;
  • Attrezzature e dispositivi anche per interventi di sanificazione necessari per far fronte a situazioni di emergenza sanitaria (es. barriere in plexiglass o dispenser per disinfettanti).

Per scoprire tutti i dettagli del bando, contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz