DL Sostegni TER: Sgravio assunzioni per il turismo.

DL Sostegni TER: Sgravio assunzioni per il turismo.

DL Sostegni TER: Sgravio assunzioni per il turismo.

Il decreto Sostegni Ter introduce uno specifico sgravio per i datori di lavoro privati che operano nei settori del turismo, degli stabilimenti termali e del commercio e anche del settore creativo, culturale e dello spettacolo.

Per poter fruire della misura, alla data dell’assunzione, dovranno essere rispettate le seguenti condizioni:

  • DURC regolare;
  • Rispetto degli obblighi di legge;
  • Rispetto normativa in materia di lavoro e legislazione sociale;
  • Rispetto degli accordi e contratti collettivi territoriali od aziendali;
  • Rispetto del diritto di precedenza.

La disciplina del beneficio prevede inoltre il rispetto dei limiti “de minimis” secondo quanto previsto dal Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato, fissato a 1.800.000 euro.

Sarà l’UE a dare il via libera all’applicazione del beneficio, mentre l’INPS ne detterà relative istruzioni.

Di cosa si tratta.

Lo sgravio totale dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro è previsto:

  • Limitatamente al periodo dei contratti stipulati e comunque sino ad un massimo di tre mesi, per le assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • Per un massimo di sei mesi in caso di nei casi di trasformazione del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato in contratto di lavoro a tempo indeterminato.

L’esonero si applica con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL e nel limite massimo di un importo di esonero pari a 8.060 euro su base annua.

E’ in ogni caso esclusa la cumulabilità altri incentivi.

Sarà compito dell’INPS chiarire e dettare le indicazioni e le procedure per l’applicazione dell’esonero che è cumulabile, nei limiti della contribuzione datoriale dovuta, con altre agevolazioni di tipo contributivo o economico.

L’applicazione in cumulo degli esoneri seguirà l’ordine cronologico di entrata in vigore del relativo provvedimento.

In caso di rapporti a tempo parziale, sarà necessario indicare la retribuzione lorda media mensile a tempo pieno. L’importo di esonero spettante sarà parametrato tramite procedure telematiche.

In caso di trasformazione del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato in contratto di lavoro a tempo indeterminato la durata dell’agevolazione è di 6 mesi. Per i contratti a termine, lo sgravio si applicherà per la durata del contratto, con un massimo di tre mesi.

Per ulteriori dettagli contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz