Fesr Sicilia: in arrivo 5,8 miliardi per ambiente, ricerca e digitale

Fesr Sicilia: in arrivo 5,8 miliardi per ambiente, ricerca e digitale.

Fesr Sicilia: in arrivo 5,8 miliardi per ambiente, ricerca e digitale.

Ha preso avvio la definizione della nuova architettura del Programma regionale FESR Sicilia 2021-27 nella quale sono definite le linee della nuova programmazione comunitaria e le opportunità d’investimento nella cooperazione transfrontaliera.

Il programma regionale Fesr Sicilia mette in campo 5,8 miliardi di euro (4,1 miliardi di cofinanziamento Ue, oltre a 1,75 miliardi di cofinanziamento nazionale), assegnati nell’ambito del bilancio della Politica di coesione 2021-27.

Il totale dei finanziamenti previsti per la regione ammonta a 93 milioni di euro se si sommano al Fesr i due programmi di cooperazione territoriale del 2021-27 gestiti dalla Regione Siciliana, cioè gli Interreg Next Italia-Tunisia e Italia-Malta.

La maggior parte dei fondi ha come obiettivo il supporto allo sviluppo di due settori cardine: ricerca e ambiente.

Tra le nuove linee programmatiche 2021-27 della Regione ritroviamo anche il supporto ai territori dell’Isola nella lotta ai cambiamenti climatici e interventi che agiscono sulla transizione verde e digitale.

Saranno particolarmente importanti, nell’ambito della cooperazione transfrontaliera, i progetti mirati nelle aree coinvolte del bacino del Mediterraneo, che si prefiggano l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di un’economia blu sostenibile, generare nuovi posti di lavoro e migliorare le condizioni di vita delle popolazioni interessate.

“Il governo siciliano sta lavorando a una destinazione razionale e responsabile delle risorse della nuova programmazione 2021-27 che punti all’ambiente, alla competitività delle imprese, alla digitalizzazione, alle infrastrutture, alla mobilità sostenibile e welfare – afferma Nello Musumeci, presidente della Regione – Nell’ottica di uno sviluppo integrato sarà centrale il coinvolgimento nella progettazione di tutti i Comuni dell’Isola, delle aree urbane interne e interne, per favorire il ripopolamento dei centri e aiutare le attività produttive, ma anche delle isole minori. Una misura importante sarà destinata alle connessioni intercontinentali per superare la condizione di insularità”.

Il Dipartimento regionale della Programmazione secondo il calendario del presidente Musumeci, predisporrà i documenti programmatici che, dopo un confronto con la maggioranza che sostiene il governo, potranno essere approvati dalla Giunta ed essere esaminati dell’Assemblea regionale.

Il negoziato formale si concluderà entro il 31 dicembre 2022.

Per ulteriori dettagli contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz