Bando ISI 2021: al via la compilazione delle domande dal 2 maggio

Bando ISI 2021: al via la compilazione delle domande dal 2 maggio.

Bando ISI 2021: al via la compilazione delle domande dal 2 maggio.

Il calendario per la partecipazione al bando ISI 2021 è stato pubblicato dall’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. Sono stati messi in campo 273.700.000 euro complessivi per i progetti che mirano al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il bando: di cosa si tratta.

Lo scopo del bando è quello di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori e supportare le micro e piccole imprese, del settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, nell’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro che prevedano soluzioni innovative che riducano le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e riducano rischio infortunistico o derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Le risorse totali, 273.700.000 euro, sono ripartite in 5 assi di finanziamento:

  • Asse 1 – ISI Generalista: Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2);
  • Asse 2 – Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (MMC);
  • Asse 3 – Bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse 4 – Micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività. L’accesso ai contributi è riservato alle micro e piccole imprese operanti nei settori ATECO 2007 E38 (attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti e del recupero e preparazione per il riciclaggio dei materiali) e E39 (attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti), anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane;
  • Asse 5 – Micro e piccole imprese che operano nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Potranno essere ammesse tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura e anche agli enti del terzo settore limitatamente all’Asse 2 di finanziamento.

Il contributo, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA.

In particolare, per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese, con i seguenti limiti:

  • Assi 1, 2, 3, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 5.000 euro né superiore a 130.000 euro. Non è previsto alcun limite minimo di finanziamento per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (sub Asse 1.2);
  • Asse 4, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 2.000 euro né superiore a 50.000 euro.

Per l’Asse 5, invece, il contributo, di importo compreso tra 1.000 e 60.000 euro, è concesso nella misura del:

  • 40% per la generalità delle imprese agricole (sub Asse 5.1);
  • 50% per giovani agricoltori (sub Asse 5.2).

Tempistiche previste.

Dal 2 maggio al 16 giugno 2022 si aprirà la procedura per la presentazione delle domande, tramite procedura informatica.

Dal 23 giugno 2022 le imprese che avranno raggiunto, o superato, la soglia minima di ammissibilità e salvato definitivamente la propria domanda, potranno effettuare il download del codice identificativo necessario per procedere con l’inoltro online.

Per ulteriori dettagli sul Patent Box clicca qui o contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz