DL Aiuti 2022: in arrivo novità per imprese e professionisti

Il DL Aiuti 2022 è un pacchetto di misure a supporto di imprese e professionisti.

Tre le principali macro aree oggetto di queste misure: politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e investimenti.
Politiche sociali e crisi in Ucraina si trovano anch’esse incluse nel decreto.

Al fine di restituire una breve panoramica delle agevolazioni e dei contributi introdotti, il DL Aiuti contiene:

  • Misure in materia di energia;
  • Misure per la produttività delle imprese e l’attrazione degli investimenti;
  • Misure per la liquidità;
  • Politiche sociali.

Specifiche del contributo.

Più nello specifico, alcune delle iniziative a supporto di imprese e professionisti riguardano, ad esempio, la cessioni dei crediti fiscali relativi ai bonus edilizi, il rafforzamento del credito di imposta per gli investimenti in beni immateriali 4.0 effettuati nel 2022 e del bonus formazione 4.0., ma anche la garanzie SACE e del Fondo PMI, entrambe utili ad assicurare liquidità alle imprese.

Tra le normative più importanti per aziende e PMI ci sono quelle che riguardano energia, gas e fonti rinnovabili. Difatti, con l’obiettivo di supportare le imprese nel far fronte al caro energia e gas, lo stato italiano ha promulgato nel DL Aiuti una serie di provvedimenti tra cui:

  • Il rafforzamento crediti di imposta per energia elettrica e gas;
  • Il credito di imposta per le imprese gasivore per il primo trimestre 2022;
  • Le semplificazioni per l’installazione degli impianti da rinnovabili.

Per quanto riguarda il rafforzamento crediti di imposta per energia elettrica e gas, la principale novità riguarda l’incremento della spesa sostenuta per l’acquisto di gas che passa dal 20% al 25%.

Inoltre si assiste ad un aumento dei crediti per le imprese a forte consumo di energia e/o gas naturale:

  • Per le energivore, viene incrementata dal 20 al 25% la quota delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel secondo trimestre 2022;
  • Per le gasivore, invece, viene incrementata dal 20 al 25% la quota della spesa sostenuta per l’acquisto del gas naturale, consumato nel primo trimestre solare dell’anno 2022, per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici.

Oltre alle misure per energia e gas, il DL Aiuti 2022 ha predisposto un fondo per gli investimenti aventi ad oggetto beni quali software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni e per i quali, con le nuove modifiche, il credito d’imposta è aumentata al 50%.

Inoltre, per quanto riguarda le misure a sostegno di imprese e PMI, le aliquote del credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente, finalizzate all’acquisizione o al consolidamento delle competenze tecnologiche e digitali previste dal Piano Nazionale Industria 4.0, sono aumentate dal 50 al 70% (per le piccole imprese) e dal 40 al 50% (per le medie imprese).

Infine, sono state introdotte diverse misure nel DL Aiuti 2022 per incrementare la liquidità delle imprese. Tra queste alcuni esempi sono:

  • Le garanzie Sace in Temporary Framework;
  • La garanzia Sace a condizioni di mercato;
  • Il fondo garanzia PMI;
  • Norme di contributi a fondo perduto.
In particolare il finanziamento coperto dalle garanzie Sace in Temporary Framework è destinato a sostenere, ad esempio, i costi del personale, i canoni di locazione o di affitto di ramo d’azienda, e il valore della garanzia varia in funzione del numero dei dipendenti e del volume di fatturato.

Tempistiche di presentazione delle domande.

Le nuove modifiche introdotte hanno riguardato una proroga del termine utile per richiedere accesso alle agevolazioni del DL Aiuti. Difatti le scadenze sono state spostate dal 30 giugni al 30 settembre 2022.

Per ulteriori dettagli e per beneficiare dei finanziamenti previsti dal DL Aiuti 2022 contatta Golden Group e resta aggiornato sul nostro blog!

 

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz