Decreto Aiuti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Il Senato ha approvato in via definitiva il Decreto Aiuti. Tra le diverse integrazioni e correzioni introdotte figurano le novità per la cessione dei crediti derivanti dal superbonus 110% e dagli altri bonus edilizi. Viene altresì dato il via libera ad un voucher da 10.000 euro per favorire la partecipazione delle imprese a manifestazioni fieristiche internazionali organizzate in Italia e ad un’indennità una tantum per i lavoratori.

Specifiche del contributo.

Le novità introdotte nel Decreto Aiuti riguardano, come si è detto, molteplici iniziative. Vediamo ora una panoramica più dettagliata di tutte le misure previste.

Disposizioni in materia di energia.

Confermatocon alcune novità, il rafforzamento dei crediti di imposta in favore delle imprese gasivore e non e non energivore. Viene infatti previsto un aumento del credito fino al 20-25% delle spese sostenute. Ed inoltre viene introdotta una semplificazione per la fruizione del credito di imposta per le imprese non energivore.

Invece, con l’ articolo 3 del Decreto Aiuti, si riconosce per le imprese di autotrasporti e merci aventi sede legale o stabile organizzazione in Italia un credito d’imposta pari al 28% della spesa sostenuta, nel primo trimestre dell’anno 2022, per l’acquisto del gasolio impiegato in veicoli, di categoria euro 5 o superiore, utilizzati per l’esercizio dell’attività.

Si estende anche il credito di imposta del 20% a favore delle imprese esercenti la pesca e le risorse a esse destinate ammontano a 23 milioni di euro per l’anno 2022.

Cessione crediti fiscali relativi ai bonus edilizi.

In particolare, per le banche è possibile cedere il credito derivante dai bonus edilizi a favore di tutti i soggetti loro clienti diversi dai consumatori o utenti. Si specifica inoltre che le nuove norme si applicano anche alle cessioni o sconto in fattura comunicate all’Agenzia delle entrate prima della data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto Aiuti.

Misure di sostegno alle imprese.

Nel Decreto Aiuti si prevedono poi diverse agevolazioni per le aziende. Ad esempio, con una dotazione di 130 milioni di euro, vengono elargiti contributi a fondo perduto a favore delle piccole e medie imprese, diverse da quelle agricole, che negli ultimi due anni hanno realizzato operazioni di vendita di beni o servizi con l’Ucraina, la Federazione russa e la Bielorussia in misura pari almeno al 20% del fatturato totale. L’importo del contributo non può essere superiore a 400.000 euro per beneficiario e se la dotazione finanziaria non sarà sufficiente a soddisfare tutte le istanze ammissibili, il contributo sarà ridotto in modo proporzionale.

L’articolo 19 del Decreto Aiuti invece rifinanzia il “Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura”, con una dotazione pari a 20 milioni di euro per l’anno 2022.

E’ previsto un aumento anche del credito di imposta beni immateriali 4.0. Questo infatti  si eleva dal 20 al 50%. Lo stesso accade anche per il credito d’imposta formazione 4.0, con un’ aliquota del credito d’imposta che viene sale dal 50 al 70% per le piccole imprese e dal 40 al 50% per le medie imprese. 

Infine è previsto un bonus per le sale cinematografiche e le imprese del settore musicale.

Fondo IPCEI.

Il Decreto Aiuti, con l’’articolo 24, incrementa poi la dotazione del fondo IPCEI di 150 milioni di euro per l’anno 2022, di 200 milioni di euro per l’anno 2023 e di 150 milioni di euro per l’anno 2024.

Infine viene introdotto un buono del valore massimo di 10.000 euro a favore delle imprese che partecipano alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia, di cui al calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome. Il voucher avrà validità fino al 30 novembre 2022 e potrà essere richiesto una sola volta da ciascun beneficiario per il rimborso delle spese e dei relativi investimenti sostenuti per la partecipazione alle manifestazioni. Il rimborso massimo erogabile è pari al 50% degli investimenti effettivamente sostenuti dai soggetti beneficiari.

Per ulteriori dettagli e per beneficiare delle agevolazioni previste dal Decreto Aiuti contatta Golden Group oppure resta aggiornato sul nostro blog!

Leggi l'articolo su www.goldengroup.biz